Pasqua alla rovescia!

Uhm cosa avete capito dal titolo? Che per evitare di appesantirci dovremmo stare a testa in giù così non mangiamo? Giammaiiii!!! No, no niente posizioni yoga per oggi.
Oggi vi propongo 2 idee sempre facilissime e sempre effetto wow ma alla rovescia! Facciamo una colomba salata e un uovo alla coque dolce.


Niente paura. Vediamo qualche passaggio.
La colomba non è altro che una torta salata ricotta, spinaci e uovo sodo.
Sbollentate gli spinaci (freschi o surgelati circa 500 gr cotti). Ripassateli in padella con olio sale e uno dpicchio d’aglio che toglierete.
Fate bollire 4 uova.
Fatele raffreddare e sbucciatele.
Mescolate 2 confezioni di ricotta con gli spinaci e 6 cucchiai di pan grattato.


Tutto pronto per assemblare la colomba: sono solo 1 rotolo grande e 2 piccoli di pasta brisee ripiena. Facile, no?
Aprite la pasta. Distribuite un po’ di farcia al centro. Posizionate le uova.
Coprite con altra farcia.


Chiudete a pacchettino e GIRATE.
Fate così anche per le ali dividendo la pasta in 2.


Posizionate in una teglia con carta forno.
Cuocete in forno statico 45 minuti a 180 gradi.


Una volta pronta fate raffreddare.


Ricoprite di formaggio spalmabile. Decorate con prezzemolo, fette di ravanello e semini.


Vi sembrerà di aver fatto qualcosa di difficilissimo e invece… avrete stupito tutti senza aver fatto gran fatica.


Ora un’idea veramente easy easy che va benissimo come spuntino dolce o dessert.
Prendete un ovetto di cioccolato (quelli con sorpresa, io ne ho scelto uno più grande).
Con le forbici battete delicatamente NON SULLA FESSURA e poi con le mani togliete qualche tocchetto giusto per estrarre la sorpresa. Appoggiate l’uovo su una tazzina o un portauovo. Riempite con ottimo yogurt greco e un cerchietto di pesca sciroppata. Guarnite con la menta (sapete che la adoro…).


Vi auguro di passare delle splendide giornate di festa.
Aspetto le vostre foto come sempre. Sapete che le condivido sempre molto molto volentieri.
Un bacio a martedì prossimo.

Siete pronti per Pasqua? Facciamo un test

Ciao a tutti. Lo so. Pasqua è vicina. Facciamo un test:
A. Avete prenotato in un bel posticino?
B. Sarete invasi dai parenti?
C. Fate un porta e offri?
D. Andate in viaggio e risolvete brillantemente il problema?

Se sei profilo A o D(❤) hai tutta la mia stima.

Ma io sono qui per voi profili B e C non disperate! Ecco come sempre alcune idee molto fattibili e ad effetto wow per voi.
Questa volta ho preso spunto dal preferito tra i miei bouquet: quello di verdura!

Ovviamente non mancano le erbette di campo, i formaggi e tante tante uova! Oggi parliamo di pietanze salate.

Antipasti
Nidi di barbe di frate e uova sode


Facilissimo e di grande effetto. Lavate bene le barbe di frate e bollitete in acqua salata per 5 minuti.
Cuocete le uova e lasciatele raffreddare.
Servite i nidi con le uova mezze sbucciate. Condite con olio e sale.

Formaggi alle erbe di campo e pane carasau.
Ecco un antipasto che se ne avete una terrina lo finite tutto!
Lavate bene le erbette
I carletti passateli in padella con olio, aglio e sale. Sono pronti in 2 minuti.
I bruscandoli se sono teneri lavateli e tagliateli a tocchetti. Le parti più legnose vanno scartate.
Anche questi in padella con olio, aglio e sale in 5 minuti sono pronti.
Mescolate caprino e bruscandoli e ricotta e carletti. Salate e condite bene e servite con scaglie di pane carasau (non è salato). Effetto wow e aperitivo di gusto e chiacchiere interminabili.

Primi piatti

Spatzle di spinaci con caprino e briciole di tuorlo


Prendete gli sparzle già pronti, un uovo sodo e del caprino.
Cuocete gli spatzle in acqua bollente salata, quando vengono a galla scolateli con la schiumarola, conditeli con del burro e guarnite ogni piatto con fiocchetti di caprino e briciole di tuorlo d’uovo sodo.
(Difficoltà: se hai le mani è facile!!! – è una battuta che gira e la trovo perfetta per tante situazioni, no? Comunque sì dai questa idea è veramente superfacile)

Spaghetti con barbe di frate


Prendete degli spaghettini sottili e metteteli a bollire in acqua salata insieme alle barbe di frate ben pulite e private del gambetto centrale più spesso.
Scolate tutto insieme. Ripassate in padella con olio extravergine d’oliva e uno spicchio d’aglio e servite tipo nido con un bel fiore di zucchina crudo (privato del pistillo) al centro. Buonissimo e sfizioso. Se fate un bis di primi è un’ottima idea.

Risotto carciofi e cannella


Vi sembrerà una coppia strana in realtà è un abbinamento delizioso (lo so dovete amare la cannella… io la adoro e quindi da vera addicted ve la propongo nel dolce e nel salato).
Cuocete i fondi di carciofo in un pentolino con olio, aglio, prezzemolo, sale, vino bianco e un bicchiere d’acqua. Mettete il coperchio e lasciate andare a fuoco lento 45 minuti.


Una volta cotti tagliateli a pezzettini. Nel pentolino per il riso mettete olio, aglio, uno scalogno tritato, mezzo cucchiaino di cannella e il riso. Fatelo tostare 5 minuti. Sfumate con vino bianco. Una volta evaporato aggiungete i fondi di carciofo a pezzetti, acqua calda e salate. Continuate ad aggiungere acqua finchè del riso si sentirà solo la puntina centrale ancora duretta.
Spegnete il fuoco e mantecate con burro e parmigiano. Guarnite con prezzemolo. È una cosa da DELIRIO!!! Provate e mi direte.

A martedì prossimo!