IL SALONE DI REBECCA – Il Caolino

Buongiorno bellezze, oggi vi voglio presentare uno dei componenti più apprezzati nei trattamenti di bellezza del momento: sto parlando del CAOLINO.

Il caolino è una roccia detririca, costituita prevalentemente da kaolinite, un minerale delle argille ricco di alluminio. Il suo aspetto é terroso e tenero, mentre il suo colore varia dal bianco grigiastro alle sfumature del rosso, in base al grado di ossidazione del ferro che contiene.

Caolino.

Il caolino possiede tantissime proprietà curative e benefiche, tanto che già nell’antichità costituiva un rimedio a svariati disturbi.

Le funzioni principali sono assorbente, energizzante, antibatterica e antitossica: per questo viene fatto un uso esterno ma si può anche assumere per bocca.

Cava di caolino.

Il suo utilizzo non è prettamente cosmetico o medico, il caolino viene anche impiegato nel settore edilizio, nella produzione della carta patinata ed é il principale costituente di ceramiche e porcellane, ovviamemte nei diversi ambiti, il grado di purezza cambia. E cosa hanno in comune carta patinata e piatti? Di sicuro sono entrambi lisci e lucidi! . . . Proprio come sarà la tua pelle dopo un trattamento a base di caolino.

Carta patinata.

Porcellane.

I trattamenti che contengono caolino sono principalmente maschere viso, le quali sfruttano il potere cicatrizzante per combattere acne e brufoli, oppure composti destinati a diventare impacchi anticellulite.

Maschera bianca al caolino.

Io consiglio di acquistare trattamenti già confezionati, quindi dosati in quantità perfette e abbinate ad elementi idratanti per compensare l’alto potere assorbente del caolino puro.

Su ilsalonedirebecca.com, per esempio, trovate tre mascher viso conteneti caolino: parlo della maschera esfoliante, pensata per tutti i tipi di pelle, della maschera seboequilibrante, pensata per pelli miste o particolarmente impure e grasse, e della maschera nera perfezionante, per un’azione detossinante adatta a tutti i tipi di pelle. Consiglio un’applicazione a settimana per un buon mantenimento della pelle.

Maschera esfoliante.

Maschera seboequilibrante.

Maschera perfezionante.

Il caolino si trova facilmente in commercio ed è perfetto anche per la cura dei capelli.

Impacchi per corpo e capelli.

Vi lascio una ricettina “fai da te” che voglio assolutamente provare:

2 cucchiai di caolino (detto più comunemente argilla bianca)

1 cucchiaio di olio di cocco

1 cucchiaio di olio di jojoba.

Mescolare per ottenere una crema che va applicata sulla chioma bagnata e lasciata in posa 20 minuti. Al termine del tempo, fare lo shampoo.

Vi do appuntamento al prossimo mercoledì!

Manuela Rebecca

IL SALONE DI REBECCA – Come si truccano le labbra (Parte 2)

Eccoci qui con un nuovo appuntamento del mercoledì! La scorsa settimana ho tirato su il morale a chi ha le labbra sottili , oggi invece mi rivolgo a chi ha labbra carnose.

Le labbra belle polpose sono una delle caratteristiche più ambite dalle donne, tanto che che in tantissime ricorrono a qualche iniezione per renderle piu piene.

Scarlet Johannson , labbra invidiabili!

Amanda Seyfried.

Io ribadisco nuovamente che ciò che la Natura non ci ha concesso, possiamo ricrearcelo, con il rischio però di creare una disarmonia, soprattutto se si parla di lineamenti del viso! Quindi, impegnamoci sempre a valorizzare i nostri punti di forza . . . e teniamo presente che spesso, quello che per noi è un difetto, agli altri può passare inosservato o risultare addirittura la caratteristica che più ci distingue e ci dona!!

Angelina Jolie, ‘la bocca’ per antonomasia!

Le labbra carnose, dicevo, sono il sogno di ogni donna, sono un elemento che caratterizza la femminilità e ci rende più seducenti (secondo l’immaginario collettivo). Succede però che non siamo mai contente, pertanto, molte donne considerano le labbra carnose un elemento troppo evidente che cattura tutta l’attenzione, sminuendo il resto del viso.

Labbra molto evidenti!

Se fai parte di questo gruppo di donne e vuoi trovare la soluzione per sentirti a tuo agio con la tua bocca , questo articolo fa proprio al caso tuo! Ti sto per spiegare come valorizzarla con il giusto make up, senza diventare volgare e senza creare sproporzione!

Le labbra carnose possono permettersi più o meno tutto, dai rossetti accesi, ai colori tenui, ai nude. I primi passaggi da compiere sono gli stessi che per le labbra sottili:

  1. Mantenere la pelle esfoliata, con uno SCRUB settimanale, abbinato ad un BALSAMO LABBRA nutriente. Questo passaggio é essenziale per avere labbra sempre pronte a ricevere il trucco.
  2. Passare il pennello del FONDOTINTA anche sulla bocca per attenuare i contorni e poter ridisegnare le labbra. Stendere un velo di CIPRIA.
  3. Usare una MATITA contorno labbra per correggere eventuali asimmetrie e aumentare la tenuta del rossetto. Il contorno va tracciato 1mm più internamente rispetto al disegno naturale. La matita va scelta di colore uguale o più scura rispetto al rossetto per creare un effetto ottico di contenimento del volume.
  4. Stendere con precisione il ROSSETTO , aiutandosi con un pennellino piatto per essere più precise.

Vi do ora alcuni avvertimenti

!!!

♡ su labbra troppo carnose evitate di disegnare il contorno, mettete solo un rossetto al centro e sfumato, meglio se nude e opaco.

Contorni sfumati

♡ I colori scuri, come ad esempio il prugna, il magenta e il marrone , tendono a rimpicciolire le labbra.

♡ I colori fluo, i gloss, i rossetti perlati e i rossetti glitter, ingrandiscono e portano l’attenzione sulla bocca. Meglio se usati solo al centro. Perfetti per una bocca irregolare.

♡ NO ai rossetti troppo coprenti per non interferire sulle correzioni attuate.

♡ Se non riesci a rinunciare al rosso, ma temi di esagerare, tieni molto leggero il trucco sul resto del viso.

♡ Se vuoi truccare gli occhi, applica un color nude o, ancora meglio, un balsamo labbra per non evidenziare le labbra!

Una bella idea per le labbra carnose è realizzare un effetto degradè, ovvero applicare una matita più scura su tutto il contorno, sfumarla su tutte le labbra, e per finire, applicare un rossetto di una tonalità più chiara al centro.

Effetto degradè: semplicemente fantastico e intrigante!

Spero che i miei consigli di bellezza vi siano stati utili!

Vi do appuntamento al prossimo mercoledì!

Manuela Rebecca

IL SALONE DI REBECCA – Come si truccano le labbra? (Parte 1)

Buongiorno bellezze! Questa settimana ho deciso di approfondire un argomento che per decenni mi è stato ostile. Ho sempre puntato tutto sullo sguardo, avendo gli occhi azzurri mi piaceva esaltarli. Allo stesso tempo mi ritrovavo con labbra molto sottili, quindi le lasciavo nude o al massimo applicavo un lip gloss.

Il Lip Gloss è un ottimo volumizzante labbra perché riflette la luce espandendo i volumi.

Un bel giorno però mi sono guardata allo specchio, e con il massimo rispetto nei confronti di Madre Natura che in vari punti del mio corpo è stata poco generosa con i centimetri, ho pensato che potevo giocarmela con un po’ di tecnica da vera make-up artist. Ho guardato qualche tutorial prima di prendere coraggio, dopodiché mi sono messa davanti allo specchio e ho disegnato le mie prime vere labbra carnose. E oggi sono pronta a confidarvi i miei piccoli segreti!

Queste sono le mie labbra…sottili!


Già qualche anno fa mia sorella mi aveva detto con molta naturalezza che dovevo ‘sbordare’ , ma non ero pronta a capire come né quanto.


Partiamo dal presupposto che la Natura ci dona i lineamenti secondo la sua visione di armonia, e in genere non commette errori. Noi possiamo comunque sperimentare col trucco e andare ad esaltare la parte del viso che vogliamo.
Per truccare le labbra sottili si possono scegliere due strade: la prima, semplice, prevede il contorno ben disegnato e sfumato verso l’interno, seguito dall’applicazione di un lip gloss oppure di un lip plumper, ovvero un prodotto labbra volumizzante, formulato con elementi che stimolano la circolazione sanguigna – in genere si usa la menta, il peperoncino o la cannella – favorendo un rimpolpamento immediato delle labbra.

Sfumatura con zona più chiara al centro.


La seconda possibilità è effettuare un trucco correttivo con prodotti a lunga tenuta , a prova di cena e di bacio!
I passaggi per questo secondo processo sono davvero efficaci. Si attenua il contorno labbra con il pennello da fondotinta, utilizzando il residuo di prodotto che rimane sulle setole.

Si opacizza con un po’ di cipria, così da rendere opaca la superficie.

Si traccia il nuovo contorno labbra, disegnando, con una matita ben appuntita e a lunga tenuta, linee morbide, più tonde e attenuando l’arco di cupido. Il labbro sotto si può espandere lateralmente, ma vi consiglio di non scendere dal limite naturale, nella zona centrale, altrimenti si crea una sproporzione non bella da vedere.

A questo punto , se non siete di fretta, potete ricreare le linee che solo le bocche più carnose in genere possono sfoggiare…sarà divertente sembrare un Marshmallow!

Riempite poi gli spazi con un correttore cremoso oppure con un rossetto opaco matt, color nude. Fatto ciò, muovete le labbra per amalgamare questi tratti.

È ora il momento di applicare il rossetto: vi consiglio di scegliere due tonalità in gradazione di colore e, se ce l’avete, anche un rossetto color nude. Iniziate a riempire le labbra creando un degradé dal più scuro al più chiaro partendo dagli angoli esterni col colore scuro e sfumando verso il centro delle labbra col colore più chiaro.

Il tocco finale ve lo darà un pizzico di illuminante sull’arco di Cupido e un velo di correttore ben calibrato, agli angoli della bocca che provvederete poi a fissare con la cipria.
Et voilà, il gioco è fatto!!

L’effetto è naturale se non si esagera col contorno.


Ricordatevi sempre di effettuare un peeling delicato alle labbra prima di applicare rossetti a lunga tenuta, per una resa più duratura del rossetto. In commercio trovate varie soluzioni, nel mio shop online per esempio c’è un matitone a base di burro di Karitè e zucchero, perfetto per un trattamento da ripetere 2 o 3 volte alla settimana.


Se invece volete prepararvi un rimedio fai-da-te, mettete in una tazzina un cucchiaino di zucchero bianco e aggiungete alcune gocce di miele. Applicate sulle labbra e strofinate per 1 o 2 minuti. O zucchero che pian piano si scioglie eliminerà le cellule morte dalla vostra bocca; allo stesso tempo, il miele idraterà la bocca predisponendola per un rossetto !

Vi aspetto mercoledì prossimo.

Manuela Rebecca

IL SALONE DI REBECCA _ Non-touring e beauty routine

L’ altro giorno sfogliavo una rivista in cerca di segreti di bellezza e mi sono imbattuta in una parola che, sono sincera, non avevo ancora sentito usare, nonostante sia entrata già nel 2015 nel vocabolario del makeup: parlo del NON-TOURING . Incuriosita sono andata ad approfondire e ho scoperto che si tratta di una tendenza a creare un effetto naturale di viso sano, grazie ad un utilizzo modico e mirato di alcuni prodotti che devono assolutamente essere presenti nel nostro beautycase. Il NON-TOURING è, in definitiva, un makeup leggero e luminoso, adatto alle esigenze delle più giovani studentesse e perfetto anche per chi al mattino esce di casa presto e a bisogno di ‘togliersi in fretta i segni del cuscino’ dalla faccia! Tutto ciò che vi serve per realizzarlo è un primer, ovvero un prodotto che vada a preparare il viso al makeup minimizzando pori rughe, si procede poi con la realizzazione di una base leggera con un fondotinta chiaro e luminoso e per finire una passata di blush rosato sugli zigomi. Con la tecnica del non-touring le protagoniste assolute sono le guance.

Io so che ora vi starete chiedendo che senso abbia passare sopra a tanto studio su come realizzare un ottimo CONTOURING ! Beh, che dire, il contouring è una tecnica professionale e ha a che vedere con il trucco correttivo e, se ne avete già sentito parlare, di sicuro sapete che si tratta di un gioco artistico, oserei dire di grande abilità nelle sue forme più evolute, in cui con chiari e scuri si va a dare tridimensionalità al viso, ridefinendo i volumi e correggendo eventuali difetti e asimmetrie.

Si era nel frattempo fatta avanti un’altra contrapposizione al contouring , lo STROBING, un trucco semplice come il non-touring,  basato però su una generosa quantità di illuminante, poco adatta a visi tondi, pelli grasse e non indicato nei periodi estivi in cui si suda molto, in quanto l’effetto di pelle bagnata che si vuole creare, tenderebbe ad esaspersi.

Trovo tutte queste tecniche davvero interessanti, perché come la moda segue andamenti e tendenze, così anche il makeup subisce l’influenza del momento e ricerca la novità.

Ma alla base di una buona resa di qualsiasi make up c’è una necessità imprescindibile: la BEAUTY ROUTINE , per dirla più ‘facile’, è fondamentale acquisire delle buone abitudini che hanno a che fare con la cura e il rispetto per la nostra pelle. Ogni stagione porta con sé cambiamenti, quindi necessità di adattamento repentino da parte del nostro organismo. Il freddo in particolar modo, é causa di disidratazione e deperimento della pelle di viso collo e mani, dal momento che provoca una vasocostrizione, impedendo così alle sostanze nutritive di arrivare agli strati più esterni dell’epidermide. È molto importante, dunque, riservarci ogni giorno un momento di coccola speciale per il nostro viso. Vi elenco qui di seguito i passaggi da seguire. I risultati saranno visibili da subito, perciò queste azioni diventeranno facilmente una sana abitudine .

1. Per prima cosa, la pelle va rigenerata con laiuto di uno scrub settimanale. Si tratta di una esfoliazione delicata della pelle che elimina le cellule morte e lascia spazio a nuove cellule più giovani e ben nutrite. Se siete creative potete realizzare degli ottimi scrubs fai da te, come ad esempio questo al miele:

mettete 2 cucchiai di miele di acacia in una ciotola, assieme a mezza tazza di zucchero di canna e 4 cucchiai di olio di cocco o di mandorla. Mescolate fino ad ottenere una consistenza cremosa ma ruvida. Spalmate sul viso e massaggiate, poi risciacquatebtutto con acqua tiepida. La pelle rimarrà morbida e assolutamente luminosa.

2. Come seconda azione, è bene idratare la pelle con una crema nutrienteda abbinare anche ad un siero che la capacita di penetrare gli strati piu profondi della pelle e da quindi una idratazione più completa e profonda. La crema idratante va massaggiata e picchiettata, perché così va a riattivare la circolazione sanguigna. Non dimenticatevi che la crema giorno va sempre scelta con un fattore protettivo anche d’inverno (SPF 20 o 30).

3. Il terzo passaggio è un velo di trucco. Sembra impossibile, ma un po’ di fondotinta ci aiuta non solo ad avere un colorito più sano, ma ci protegge pure la pelle dagli agenti esterni!

4. La quarta azione è la detersione del viso. A fine giornata davvero importante rimuovere tutte le tracce di trucco e di smog che si sono depositati sul nostro viso. Preferite un detergente specifico per il vostro tipo di pelle.

5. Il quinto passaggio prevede l’uso del tonico . È uno dei prodotti più sottovalutati, nonostante sia il più importante. Il tonico è una soluzione liquida in grado di ristabilire il giusto equilibrio del pH della pelle, inoltre elimina le ultime impurità rimaste sulla pelle e richiude i pori. Si versa qualche goccia su di un dischetto di cotone e si picchietta sul viso evitando il contorno occhi. Va scelto in base al tipo di pelle,  sceglietelo a base di alcol oli se avete una pelle particolarmente grassa, altrimenti preferito idratante e lenitivo.

6. L’ultima buona azione che mi sento di consigliare è una buona maschera idratante o detossinante, da fare anche a casa, una volta alla settimana.

Io vi consiglio di spendere qualche soldino e concedervi dei prodotti non troppo commerciali. Fatevi consigliare da professionisti come per esempio le vostre estetiste! (Io non compero nessun cosmetico al supermercato!per la mia pelle scelgo sempre la qualità abbinata alla spiegazione di un’esperta!)

Correte a prendervi cura della vostra pelle, così sarete pronte per le ‘chicche’ che vi svelerò la prossima settimana.

Manuela Rebecca