Pasqua o Pasquetta?

Queste settimane sono state all’insegna del tema della Pasqua, quindi gli articoli volenti o nolenti sono realizzati con questo sfondo di festività.

Ma la cosa che mi piace, forse l’unica, della Pasqua che non ha vincoli o regole…ovvero come dice il buon vecchio detto ” A Natale con i tuoi a Pasqua con chi vuoi”…e noi da sempre lo prendiamo alla lettera!

Trascorriamo in base alle grazie del tempo ( e in che periodo casca la Pasqua) distesi in prati verdi, colline fiorite o spiagge ancora addormentate. La compagnia solitamente è di amici coinvolti in super grigliate o in pic nic davvero chic.

E per l’occasione mi piace sempre la nota fashion, così ho pensato di proporvi dei look adatti alle varie occasioni.

Sicuramente tra voi ci saranno anche i tradizionalisti , quindi nessuno è escluso!

Con l’occasione voglio AugurarVi una buonissima Pasqua e di trascorrere delle bellissime giornate insieme ai vostri figli e di riscoprire le gioie delle piccole cose!

Con affetto

Tata

Ed ora le versioni easy

Un giorno al Museo

Buon Compleanno Leonardo!

Ebbene sì oggi sarebbe stato il 567° compleanno di Leonardo Da Vinci  (15 Aprile 1452) e il mio articolo esce oggi in Edizione speciale per omaggiarlo nel spazio!

Questo articolo si distacca dai miei soliti, perchè voglio farvi conoscere un’artista che lo fa di professione, una creatrice che immagina, elabora e attua disegni e non solo…dotata di uno spiccato senso del bello, dell’artistico.

Una percezione ” esoterica” , intesa come capacità di accedere ad un nucleo intimo e unitario di una verità, andando oltre alle apparenze esteriori.

Il suo nome è Elena Gastaldon, Vicentina fondatrice de “IL FIORE DI LEONARDO “. @ilfioredileonardo

La moda puo’ assumere una vera e propria dimensione artistica, grazie alla fantasia e originalità di chi la crea, usando riferimenti colti proprio come dai fiori della botanica di LEONARDO per arrivare alla creazione di borse con l’uomo Vitruviano, celeberrima rappresentazione delle proporzioni ideali del corpo umano.

I tessuti scelti mantengono il rigore artistico della rappresentazione: cerchio, quadrato, uomo.

La linea creata da Elena è semplice e curata, fatta dalle mani esperte degli artigiani Vicentini, per garantire ai suoi clienti il Made in Italy, pronta per essere ammirata in tutto il mondo!

Una parte delle sue creazioni è presente in alcuni store dei principali musei Europei, ma Elena che ama andare oltre, ha creato una vera e propria linea Fashion e Glam!

E’ proprio il caso di dire che l’arte regala alla moda nuovi significati, senza perderne l’importanza artistica, ma semplicemente rendendo ancora oggi attuale un inventore definito senza tempo!

Auguri caro Leonardo e in bocca al lupo a te cara Elena

Show Room Via San Bernardino, 45 – Arcugnano- Vicenza

0444. 550079

*protected email*

www.ilfioredileonardo.com

P.R. Antonella Betto @Tatasnob \\

*protected email*

Eleganze Fotografiche- Fotografia…che passione!

Buon pomeriggio sono gia passate due settimane e come sempre il tempo vola.

In queste due settimane Sono stato impegnato da lavori di manutenzione di tutto il mio assetto fotografico,in più ho avuto degli appuntamenti di lavoro con dei futuri sposi (mi occupo anche di wedding!!!)

Nei momenti in cui non lavoro sia a livello di shooting che a livello di post-produzione secondo voi posso lasciare le mie amate macchine fotografiche a riposo???’ Anche no!!! La fotografia non è solo il mio lavoro ma anche una grande passione e quando non sono immerso nel mondo della moda prendo le mie compagne di avventure e inizio a girare come una trottola per i borghi medievali delle mie zone (vivo in Umbria al confine con la Toscana), per cercare di fotografare qualcosa che a prima vista sembra banale ma in realtà possa essere utile sia a livello turistico sia per puro piacere.

L’attrezzatura che porto dietro è molto semplice un 50mm fisso, una macchina digitale e tanta pazienza.

Questa volta vi propongo delle foto in bianco e nero che mostrano alcuni particolari che ho trovato interessanti,vorrei sapere cosa ne pensate voi,un abbraccio e a presto il vostro Carlo.

Hai detto Lavoretti?!

Ormai avrete capito un po’ come sono e cosa mi piace (da ex Maestra) nutro sempre il forte desiderio di realizzare dei lavoretti semplici, veloci e di sicuro effetto per stimolare la creatività di grandi e piccini.

A dire il vero la Pasqua, come festa, non la sento affine a me come invece il Natale…ma ogni pretesto è quello buono per tirar fuori, forbici, colori e materiali riciclati proprio dalle nostre case!

La prima cosa che mi viene in mente…è che una parte di voi sarà sicuramente invitata a qualche pranzo, ma altrettanti di voi invece saranno proprio i promotori di questi pranzi.

La tavola è sicuramente la protagonista e di conseguenza voglio interpretare insieme a voi dei segna posti alternativi.

Se avete avanzato della carta regalo, potrete ritagliare dei simpaticissimi coniglietti che andrete a legare con dello spago da cucina a dei candidi tovaglioli che accompagnano la biancheria da tavola.

Se invece siete delle mamme creative o avete la fortuna di avere nonne “taglia e cuci” …troverete sicuramente degli scarti di tessuto con i quali si potranno realizzare dei deliziosi fiocchi dove appendere finte uova su cui incidere i nome degli invitati.

Se invece vi piace raccogliere fiori sarà molto piacevole e profumato realizzare sempre con il tovagliolo del coordinato da tavola un altro caratteristico contrassegno.

Gli ovetti bianchi di plastica da decorare li trovate in qualsiasi cartoleria, da @flyingtigercopenhagen o in qualche bazar di cineserie!!!

Immancabile la ghirlanda di conigli…se fatta con avanzi di giornale è la migliore…e la coda? Un semplice batuffolo di cotone!

Infine ma non per importanza minore, l’albero di Pasqua…sempre bello da realizzare e personalizzare.



Per realizzarlo vi basteranno dei rami secchi o fioriti e per decorarlo , uova neutre, colorate e fili di luci , cotone o sagome ritagliate.

Massima fantasia , sbizzarritevi il più possibile , iniziate con un’idea per finirla con tutt’altro…dopotutto il colore è poesia dell’anima!

Buon divertimento!

Tata

Trilogia salva tempo

Aprile dolce dormire! Com’è vero… non so voi, ma qui ‘per riprendermi ci vuole un argano a motore’ veramente… come canta Silvestri. Qui per riuscire a fare tutto ci vorrebbe una ricarica. Una vacanza. Mi vedo già a piedi nudi in terrazza vista mare… mi mangio un piattone di spaghetti allo scoglio accompagnato da un bel prosecchino fresco… e invece NO!!!😂😂😂
Eh ci vorrebbe una ricarica sì per fare tutto oppure qualche trucchetto per fare meno fatica! E io sono qui per questo! Eccovi qualche idea golosa in 3 varianti per cucinare una sola volta per casa e ufficio!

Potete gustarvi questi 3 piatti a base di farro sia tiepidi che freddi. Leggete un po’.

VARIANTE 1

Farro
Pecorino
Asparagi
Pomodorini secchi

Bollite il farro 30 minuti circa in acqua salata.
Pelate con il pelapatate gli asparagi senza toccare le punte. Tagliateli a 1/3 dalla punta e tenete da parte. Il resto tagliate a rondelle e bollite in acqua senza salare dopo 5 minuti aggiungete le punte e bollite per altri 5 minuti. Scolate.

Nel frattempo tagliate qualche scaglia di caciotta di latte di pecora e i pomodorini secchi.
Scolate il farro e condite con tutte queste bontà!


VARIANTE 2

Farro
Peperoni
Scalogno
Aglio
Olive
Capperi
Prezzemolo
Uvetta

Lessate il farro in acqua salata per 30 minuti circa.
Nel frattempo mettete in ammollo in acqua tiepida 2 manciate di uvetta sultanina.
Tagliate le olive verdi
Unitele a capperi e prezzemolo

Tagliate a listarelle mezzo peperone rosso e mezzo peperone giallo e uno scalogno. Rosolate 10 minuti in padella con abbondante olio di semi e uno spicchio d’aglio.
Aggiungete mezzo bicchiere d’acqua tiepida a metà cottura se preferite le verdure morbide.

Strizzate l’uvetta.
Scolate il farro e mescolate tutto. Io non digerisco bene i peperoni ma li adoro follemente… eh sacrifici come si dice😂😂😂

VARIANTE 3

Farro
Cipolline
Cipollotti
Carote
Aglio
Semi di sesamo
Salsa di soia

Questa variante è un po’ orientale. Servita tiepida è squisita.
Lessate il farro in abbondante acqua salata per 30 minuti circa.
Tagliate i cipollotti a metà privandoli di parte del gambo e disponeteli con le cipolline in una pirofila unta. NON SALATE.
In forno 180 gradi 15 minuti.

Fuori dal forno versate nella pirofila 2 cucchiai si salsa di soia (molto salata).
Tagliare a nastri un paio di carote con il pelapatate.

Scolate il farro e mescolate tutto. Spolverate con semi di sesamo tostati.
Adoro il cibo etnico e orientale in particolare. Una variante così non poteva mancare.

Mandatemi le foto delle vostre realizzazioni che le pubblico sui miei profili Instagram

A martedi! Spignattate!

Le Cose di Mariviglia

Questa settimana sono davvero emozionata, perchè vi scrivo di una creatrice della mia città!

Lei si chiama Marika ed è una vera e propria macchina sforna abiti, la sua linea si chiama Le Cose di Mariviglia.

Una Donna minuta, all’apparenza fragile…ma in realtà è una tosta, tenace e piena di risorse…alla quale piace lavorare dietro le quinte!

Mi piace descrivervela come una creatrice/sognatrice. Fin da piccola Marika sognava ad occhi aperti, i suoi sogni prendevano così forma e volavano leggiadri come Alice nel paese delle Meraviglie (da qui il suo nome).

Ho visto il suo laboratorio, un vero e proprio mondo Artigianale, fatto di stoffe, colori e di particolari che identificano una manualità davvero caratteristica.

fiori di tessuto
Angoli di laboratorio
uno dei tanti spazi dedicato ai tessuti
ricopre anche i cappelli
le borse di stoffa

Marika è una creatrice attenta ai particolari, anche quelli a cui diamo generalmente poca importanza…per esempio mi ha colpito dove posiziona le etichette negli abiti e nelle maglie… punti che non diano fastidio alla pelle e che non ci “obblighino” così a tagliare le etichette come ci capita spesso di fare.

Capisce la praticità di posizionare bottoni automatici, risaltando allo stesso tempo tessuti ricercati provenienti, spesso, dall’America e dalla Cina, che difficilmente si ripetono, così da essere capi davvero unici ed originali.

Per farvi capire le creazioni di Marika, ho fatto indossare i vestiti a due baby modelle, e attraverso la fotografia ho cercato di cogliere la bellezza e l’anima di ogni singolo elemento per rappresentarle al meglio.

Un viaggio nel mondo delle meraviglie e di un concetto di stile di ampia interpretazione… a seconda di chi sceglierà d’indossare i capi di Marika.

Chiudete gli occhi, aprite la mente e lasciatevi guidare dai vostri sensi…respirate l’aria leggera e immaginate la sensazione del vostro volto riscaldato da un raggio di sole…

Ora riaprite gli occhi e buona visione!

Tata

Eleganze Fotografiche: Red Passion

Buongiorno lettrici e lettori di questo spazio dedicato alla mia fotografia di moda, lo so, mi aspettavate con ansia! 😉

Nello spazio in cui non ci siamo “sentiti” mi sono occupato di sistemazione e archiviazione di tutto il materiale fotografico raccolto e ho fatto per voi lo shooting fotografico che vedrete qui sotto, con la bellissima Samanta Solfanelli in redpassion!

Amo molto il colore rosso, ci sono affezionato perché oltre ad essere un colore primario, è un colore che mi da sensazioni ed è rappresentativo di tenacia, femminilità, passione e amore, tutte virtù che mi fanno vibrare l’animo.

Ho curato personalmente l’outfit di Samanta, interpretando l’abito in versione più romantica con la scarpa col tacco e in versione più semplice con lo stivale bikers!

Un bravo fotografo deve cogliere l’attimo e deve avere anche l’occhio allenato in fatto di make-up e ambito scenografico!

Non necessariamente la scenografia deve essere perfetta, fa parte del lavoro del fotografo renderla tale,evidenziando il punto focale!

In questo caso il punto focale,verso cui non togliere mai l’attenzione è l’abito rosso!

Il mio red passion per questo shooting!!!

Sono sicuro che guardando intensamente le mie foto, non vi siete nemmeno accorti del cambio scarpe, Vero?

Vi lascio alla gallery!

Un bacio!

Carlo!

I Bagai

Questa settimana la moda bimbo mi ha portato a Pavia e mi ha fatto conoscere Federica dei I Bagai.

Nel dialetto Lombardo questo termine significa proprio Bambino/a, quindi nome ad Hoc per questo nuovo articolo!

I Bagai   si occupa di moda bambino da 0 a 36 mesi, tutto rigorosamente fatto a mano!

Uno stile semplice, curato nei minimi dettagli, proprio a rispecchiare la rigorosità di Federica e del suo modo di lavorare.

L’arte de  I Bagai   nasce dalla passione della sua creatrice per la moda, anche lei mamma e in attesa del suo secondo bambino, messa all’angolo dal suo primo amato lavoro, decide di passare alla pianificazione dei suoi primi modelli, fai da te!

Giornate e giornate passate a provare, cucire e tagliare, perchè Federica usciva dall’istituto Marangoni come stilista, ma non come creatrice..una bella differenza!

Ma la sua carriera parte subito alla grande, nel giro di poco, la contattano due negozi per fare un’intera collezione…che ottiene subito successo!

La particolarità che offre I Bagai sono capi unici fatti su misura nel pieno rispetto dei tessuti! E cosa davvero originale, che spesso sono capi unisex, quindi adattabili sia per una bambina che per un bel maschietto!

Che dirvi care Personalshoppine, io ormai sono fuori dal range di taglie per i miei bambini…spero pubblicamente che Federica magari …ci ripensi ed inizi a fare quei splendidi pantaloni in felpa con i cactus per la fascia media !!!!

Come sempre vi aspetto settimana prossima

Tata

Come il mio Papà

Questa settimana all’ultimo, ho deciso di fare un bellissimo tributo ai papà e alla loro imminente festa!

Inizio con dei cenni storici, per raccontare l’importanza di questa festa nata nei primi decenni del XX secolo, proprio per omaggiare la paternità e i padri in generale.

Il Santo protettore proclamato è San Giuseppe che per l’appunto si festeggia il 19 Marzo, sposo della Beata Vergine Maria, che richiama il simbolo di umiltà e dedizione, per la ragione che ha fatto da padre al figlio di Dio.

Spesso tutto gira intorno alla figura della madre, quando si tratta di figli, per l’importanza della gravidanza e di quello che ne accompagna, ma non sottovalutiamo l’importanza che oggi finalmente dopo migliaia d’anni di evoluzione la figura paterna rappresenta nella nostra società.

Si tratta di padri molto presenti, che spesso condividono gli impegni e la vita dei propri figli e… mi viene da sorridere la parte Glamour… si perchè i padri di oggi sono cambiati dal profilo umano ma anche dal punto di vista fashion!

papà più romantici

Papà che imparano velocemente
e che esprimono la propria abilità

Si curano decisamente quanto noi donne e ci tengono molto a vestire alla moda, di conseguenza anche la moda si è adattata a questa nuova tendenza.

Sempre più look ispirati padre/figlio, un coordinato alla moda divertente, causal, da usare tutti i giorni , per sottolineare una complicità . Non si tratta solo di comprare la stessa maglia del club calcistico , ma qualcosa di più sofisticato …

Se prima i padri intervenivano nel guardaroba dei propri figli non prima della laurea per regalare improbabili cravatte regimental , questa nuova inclinazione ci piace molto, molto di più!!!

BUONA FESTA cari deliziosi PAPA’!

Tata

Ne approfitto per fare pubblicamente gli Auguri, invece,al mio papà sapiens!

Eleganze Fotografiche:Milano e lo street style

Buongiorno, il tempo vola, le settimane scorrono incessanti ma io trovo sempre del tempo prezioso da dedicare a voi che mi seguite nella mia avventura fatta di fotografia ed elegante bellezza.

L’ultima volta vi ho parlato di un designer che ha mescolato arte e moda, questa volta voglio parlare della Milano più street, di ciò che succede nella capitale della moda durante la fashion week!

In quei frenetici e bellissimi giorni la città si trasforma, si cammina a passo do moda ovunque ed ogni persona si immedesima perfettamente nel modus operandi!

Anche i turisti e le persone in genere sono impeccabili e più attenti a ciò che indossano!

Come sapete non sono un blogger,ma parlo con i miei scatti!

Quelli rendono benissimo,sono il mio motivo di vita, il mio modo di esprimermi e di raccontare!

Buona visione della gallery.

A presto.

Carlo.