PimLoVe

Ogni Articolo che scrivo, nasce dalla meraviglia e dalla grande stima che nutro per ogni ideatrice/creatrice! Ho cura e rispetto di ascoltare con attenzione, per farvi conoscere al meglio i prodotti e le creazioni.

Questa settimana ho conosciuto PimLove , nome che nasce dalle iniziali di Ilenia ( la creatrice) Pietro ( suo figlio ) e Michelle ( suo marito) … LOVE come unione di famiglia!

In Ilenia scorre un vero e proprio DNA SARTORIALE, la nonna confezionava abiti , il nonno camicie e lei passava estati intere in sartoria ad assemblare pezzi di stoffe dai ritagli avanzati . La nonna notando questa sua dote, la faceva disegnare per poi crearglielo, una vera fortuna!

Proveniente dalla bellissima Palermo, Ilenia termina i suoi studi a Padova ed inizia a lavorare nei villaggi turistici come costumista! Poi passa come Visual Merchandising,una vera e propria creatrice di vetrine! Infine approda in una famosa e grossa SPA, ma con la nascita di suo figlio rimane a casa!

Un’opportunità che sfrutta per trovare il tempo di fare finalmente quello che più le piace: creare abiti e una sua linea davvero molto particolare, molto streetwear, una rivisitazione dei capi sportivi in chiave elegante ma meno formale. Lontana dai soliti classici, colori monotematici , che variano dal nero,al grigio al bianco.

La collezione è fatta di pochi capi, proprio per questo a sottolineare la sua unicità! Ha creato una linea jeans e in arrivo per l’estate 2019 una linea moda mare molto FASHION in combinata mamma figlia! Cara Ilenia ti chiediamo però di metterti una mano sul cuore e di creare anche una linea bimbo per noi mamme destinate ad un mondo di testosterone !!!!

anteprima della nuova stagione Estiva 2019

Alla prossima settimana

Tata

Eleganze Fotografiche: Come faccio le foto?

Buona sera lettrici e lettori di questa mia rubrica, il tempo è volato siamo arrivati al nuovo post, questa volta oltre che della mia fotografia voglio parlare del mio corredo che è fondamentale per arrivare alla foto finale che vedete.

Se siete appassionati di fotografia un po’ oltre che di moda, come lo sono io, saprete che per realizzare una buona immagine oltre che alle conoscenze tecniche unite allo stile ed alla personalità del fotografo, serve una buona attrezzatura che permette di aver la migliore soluzione possibile per ogni situazione che può presentarsi.

Ma torniamo a me alle mie scelte, io sono nato con Canon, la mia prima macchina fotografica una “Canon prima” l’ho avuta per la prima comunione.

Da lì in poi sono arrivato fino al mio attuale corredo che è composto dalla 5D mk4 e della 6D per quanto riguarda il digitale e della 1V per quanto riguarda la fotografia analogica.

Ovviamente ho anche un vasto corredo di ottiche di cui vedrete alcune immagini. Il mio kit è composto in questo modo per due motivi in prima cosa la fedeltà cromatica e in secondo luogo la nitidezza e la realtà delle immagini.

Lavorando con aziende e brand è fondamentale avere il massimo dei dettagli possibile e la massima corrispondenza cromatica per avere appunto una risposta positiva dal cliente.

In contorno a tutto ciò utilizzo costantemente un esposimetro esterno e il “Color Checker” per assicurare l’accuratezza dei colori.

Scusate se mi sono dilungato ora vi lascio alle immagini e vi aspetto nei commenti e in privato per sapere la vostra opinione, un abbraccio il vostro Carlo.







Topettino

Oggi…Care mie Personalshoppine facciamo un primo salto nella moda mare , giusto per non farci cogliere impreparate a Giugno!

Vi presento Petra Cucci l’ideatrice di Topettino, una Start Up nata nel 2017, il marchio s’ispira a uno stile ben riconoscibile, mix di ricercatezza e funzionalità, estetica e semplicità.

Una proposta creata col cuore… perchè Petra, stanca dei soliti costumi in lycra dai colori sgargianti e spesso made in China, inizia a produrre una serie di costumi proprio per i suoi due figli: Caterina di 7 anni e Riccardo di 4 anni.

Stiamo proprio parlando di una produzione di costumi Artigianale e realizzata in piccole quantità per garantire ai propri clienti un’ottima rifinitura, massima cura nei dettagli e cosa molto importante l’utilizzo di cotoni pregiati a sottolineare il concetto di naturale e Made in Italy!

Topettino produce anche una “moda nanna” Autunno/Inverno composta da pigiami e coordinati.

I costumi si possono acquistare tramite e-commerce sul sito Topettino: www.topettino.it

Tutti i prodotti nascono per rispondere ai piccoli bisogni dei bambini al mare, i costumi sono coordinati con il telo per la spiaggia. Vengono spediti rigorosamente nella Topettino Box, un’elegante latta con il logo del Brand da riutilizzare una volta ricevuta a casa!

Petra, la Titolare, utilizza materiali di pregio, delicati sulla pelle, senza trascurare la comodità e vestibilità. Il design contemporaneo accompagnato da un tripudio di colori pastello, stampe e fiori rende questi capi per “piccoli” davvero originali! … ma basta scrivere … ora vi lascio alle anticipazioni della prossima stagione Estiva 2019

Ora non ci rimane che aspettare l’estate!!!

Alla prossima settima

Tata

San Valentino,tutto l’amore in un pensiero!

San Valentino,

La festa degli innamorati, dell’amore, quella festa che…ogni pensiero è un simbolo per rafforzare ancora di più ciò che si prova per il partner o per l’innamorato che ci ha fatto perdere la testa.

Dai disillusi è definita una festa commerciale, forse si, ma cosa c’è di più bello di un giorno completamente dedicato all’amore?

Noi donne poi, siamo delle vere sognatrici, camminiamo con la testa sulle nuvole e pensiamo a cenette romantiche e passeggiate mano nella mano!

Pensiamo anche al pensiero che ci verrà donato insieme alla rosa rossa, simbolo di amore e passione per eccellenza!

Ho fatto un piccolo riassunto fotografico di quello che noi donne vorremmo ricevere, ma uno anche per la parte maschile, perciò amiche leggere bene e ricordate che gli uomini sono diversi da noi.

Sono dei fantastici bambinoni!

Stupiteli con qualcosa di veramente speciale!

Buona lettura, poi mi raccomando fatemi sapere cosa vi è stato regalato e cosa avete donato.😘

-IL SAN VALENTINO PER LEI

1)Rose rosse, mi raccomando! Se regalate un fiore cari maschietti non offrite in questo giorno orchidee, margherite o altro, ma una rosa rossa per evitare crisi di nervi e dubbi sul vostro amore.

2)Un cuore da indossare, il vostro!

Io ho scelto il cuore Dodo di Pomellato, lo trovo chic e perfetto per l’occasione ma l’importante è il simbolo!

Ricevere un cuore da chi si ama è un segno preziosissimo.

3)Un weekend nella città dell’amore.

3 giorni a Parigi?

Così la conquisterete per la vita!

Parigiè la città più romantica del mondo in coppia!

Una passeggiata mano nella mano a Montmartre ✔

Guardare accoccolati la Tour Eiffel ✔

Un bacio appassionato affacciati sulla Senna✔

Volete spiegarmi cosa c’è di più speciale?

4) Una giornata tra coccole e massaggi.

Se volete far felice la vostra compagna regalatele una giornata in spa.

A noi donne piace tantissimo.

Rilassarci tra il tepore delle terme e prenderci cura del nostro corpo insieme all’innamorato…da brividi.

5) Un buono per acquistare le scarpe nel suo negozio preferito!

Si sa cari amici uomini, alle donne piacciono le scarpe e si sa anche che non sono mai troppe!

Se volete stupire la vostra metà regalatele un buono nel suo negozio preferito per acquistare le scarpe della nuova collezione!

Noi donne diciamo…siamo molto scontate… i regali per farci felici sono abbastanza semplici, ma ricordatevi care amiche che per far felice un uomo non dovete pensare con la vostra testa, ma con la loro!

Perciò niente smancerie ma cose che a loro fanno impazzire!!!

1) L’ultimo gioco di Lego!

Come vi dicevo, gli uomini più di noi donne hanno una meravigliosa parte nascosta.

Sanno tornare bambini.

Adorano i Lego anche a 50 anni e non sto scherzando!

Fategli trovare l’ultimo pezzo uscito e sarà per loro un San Valentino indimenticabile!

2) Una visita guidata ad una cantina con degustazione.

Questa ve lo garantisco, è una di quelle sorprese che il vostro uomo non si aspetterebbe mai!

Come stupirlo con effetto wow!

3) Un abbonamento dal barber shop!

Il vostro uomo è New hipster?

Non potete farle un regalo migliore!

Un abbonamento per curare la barba!

Una vera e propria esperienza!

4) I biglietti per vedere il moto gp!

Cioè…potete immaginare regalo migliore?

Ogni commento è superfluo!🤣

Già lì vedo i vostri uomini con la birretta in mano a godersi lo spettacolo.

5)Una cena da uno chef stellato.

Solitamente è un’idea molto apprezzata dalla nostra metà maschile.

Buon vino e una cena deliziosa saranno il giusto mix per una serata speciale.

Che dire care amiche e cari amici…

Vi auguro un San Valentino dolcissimo.

Caterina Pettenello

www.personalshopperglamour.it

blog.personalshopperglamour.it

Love is…

” A scuola ho imparato che c’è una festa per chi è innamorato…si chiama S.Valentino e il suo simbolo e’ un cuoricino. Mi hanno detto che… questo Santo, di Amore per gli altri ne aveva tanto e allora anche io voglio festeggiare tutto il bene che riesco a provare! ”

Sono le parole di mio figlio, così presa da questa curiosa affermazione ho deciso di dedicarmi ad un articolo…questa volta però scrivendolo dal punto di vista di un bambino.

Ovviamente l’amore che riescono ad esprimere è dedicato ad un amico o amica, al papà o alla mamma, ad un nonno…. è un’amore puro, libero da ogni malizia, sincero e di grande manifestazione.

Lo è una corsa, quando li vai a prendere a scuola, che si conclude con un abbraccio o Il bacio della buona notte o quello che ricevi prima dell’ingresso al mattino in classe.

Lo sono I primi bigliettini che girano tra i banchi con super frasi d’amore o le proposte di essere fidanzati… la verità è che a noi genitori fanno sorridere ma la cosa veramente speciale è che in loro racchiudono un mondo intero di tenerezza, delicatezza e magia che solo i bambini sanno comunicare e ricevere a loro volta.

La parte bella di essere bambini è proprio la spensieratezza e la leggerezza di gesti fatti così…senza pensarci troppo ma di una sensibilità che appartiene solo a loro.

Così mi sono immaginata alcuni lavoretti che si possono realizzare a casa, nell’eventualità che vi chiedano di fare un dono prezioso alla propria innamorata o innamorato!!!

Un semplice barattolo , che si trasforma in un porta ricordi…
Oppure il barattolo porta fiori …
Nuvolette di cuori colorati
Con dei giornali vecchi potete realizzare cuori da appendere
Se non avete ancora messo via le lucette di Natale…potete addobbarle con cuori di carta rossi.
Visto che siamo ancora in pieno inverno…rami secchi con cuori
Vasetti di cuori colorati
Caramelle gommose super golose

E non solo, ho pensato che ormai ogni festa diventa un’occasione GLAM per sfoggiare dei LOOK ad HOC! Così anche i piccoli LOVERS si trasformano in romantici S. Valentine!

con un semplice tocco di rosso il look si trasforma in romantico

I Bambini hanno questa capacità: sono gli unici in grado di far apprezzare cose che magari da un pò sono state dimenticate!

Quindi ora, cari i miei genitori, godetevi questi momenti d’amore spensierato… altrimenti finite al muro come nella foto!!!

A proposito…. BUON SAN VALENTINO A TUTTI!

Tata

Ti conosco mascherina

Sono spiacente, ma questa settimana, la mia ispirazione mi ha abbandonata…perciò NIENTE ARTICOLO!!!!

AH AH AHA HA AH AH AH A carnevale ogni scherzo vale!!!!!!

Ebbene si, siamo entrati nel mese di Febbraio, con lui inizia il periodo più pazzo dell’anno…quello in cui ognuno può mettersi una maschera o un costume e trasformarsi in un personaggio, nel super eroe o nella figura che vorrebbe maggiormente identificarsi.

Questo periodo mi piace perchè adoro l’ironia e la leggerezza con cui si possono’ organizzare feste e parate con carri allegorici in giro per le città.

Tutti sono allegri, spensierati, ballano, cantano e si divertono, trombette che suonano, stelle filanti, coriandoli e poi soprattutto tante cose buone, dolci e sfiziose ( ma per quelle ci penserà la mia collega @lasbozz)che accompagnano feste a tema per grandi e piccini.

Oggi è davvero facile trovare maschere ed abiti per accontentare tutti i gusti…vi suggerisco @puntofeste un negozio davvero speciale in cui si possono trovare un sacco di cose dedicate per i vostri travestimenti. Costumi a tema in base agli anni, vestiti classici e noleggio di quelli stile Veneziano…alla portata di tutte le tasche!

Ma entriamo nel vivo dei look! Non c’è una regola o una moda da seguire… tutto è concesso ed ammesso!

Anche le bambine possono essere dei super eroi
Rivisitazione dell’antica maschera “PIERROT”
Anche Cappuccetto Rosso si tinge di Moderno

Io ho seguito un po’ i miei gusti… e vi suggerisco di fare altrettanto e di chiedere direttamente ai vostri figli in cosa vorrebbero trasformarsi per un giorno.

Un Mago Merlino Nerd
Il classico
Mario & Luigi
My Craft

Vi sorprenderanno di certo ed è un gioco anche per voi, perchè spesso le feste di carnevale sono estese anche ai cari genitori!

Famiglia Circense
Nuvole, Arcobaleno e Sole
Famiglia Animals
Dal film CoCo
Mary Poppins

Quindi vi lascio con tante stelle filanti e trombette che suonano… e io corro a vestirmi da Hippy Style anni 70 … Peace and Love a tutti!

Tata

La CIPRIA – cos’è e soprattutto come si usa?

Ben ritrovate bellezze! Mentre pensavo ad un tema interessante per l’articolo di oggi, mi si è stampata davanti l’immagine di una donna che si “incipria il naso”, come nei vecchi film in bianco e nero , perciò vi racconto qualcosa sulla cipria.

Non abbiamo la certezza che la sua origine sia occidentale, i volti bianchi dei giapponesi, rappresentati nelle immagini della loro tradizione, ci fanno pensare che loro usassero la polvere di riso come cosmetico già in epoca antica. Sta di fatto che ci piace di più credere che la parola cipria derivi da Cipro, l’isola consacrata a Venere, dea della bellezza e dell’amore. A Cipro, infatti, più precisamente nella località di Pyrgos, sono stati rinvenuti dei resti di una struttura del 1800 a.C., destinata alla produzione di profumi e prodotti di bellezza. Nell’ antico Egitto si usava il Talak, ovvero un composto di farina di biacca, gesso e fave polverizzati.

Nell’ antica Grecia, c’era una cosa simile, chiamata Psymuthion , che consisteva sempre in polveri mescolate tra loro (gesso, calce, argilla bianca, ed altri componenti) che servivano a rendere l’incarnato bianco e luminoso. Nella Roma antica, invece, si usava imbiancare tutto il corpo con Lomentum , un mix di farina di fave e gesso.

L’idea di base era legata alla necessità di far apparire la pelle delle donne bianca, sana e pulita, in contrasto con la pelle degli uomini che, lavorando all’aperto, a causa degli agenti esterni avevano un volto scuro e rovinato.

Nel Medioevo assistiamo al primo momento di tabù sociale: truccarsi era considerato “peccare di vanità”, e divideva nettamente le donne di malavita, dalle altre donne del popolo.

Da quell’ epoca in poi si susseguirono momenti culturali molto diversi tra loro, ciò che li accomuna tutti è l’attenzione per la cura del corpo che iniziò ad essere una pratica rispettata.

Il momento di massima diffusione della cipria fu nel ‘700, negli ambienti di corte, dove uomini e donne si cospargevano di polvere imbiancante viso, barba, corpo e parrucche. Nel corso dello stesso secolo si diffuse anche l’usanza di creare cosmetici in casa. Il guaio è che venivano impiegate parecchie sostanze nocive nella realizzazione di questi cosmetici: la biacca, per esempio, è un pigmento tossico derivato dal piombo. I produttori di cosmetici sentirono, quindi, l’esigenza di regolamentare i dosaggi delle materie prime, e lo chiesero direttamente all’Accademia delle Scienze fondata da Luigi XVI (si stavano gettando le basi per le prime industrie di cosmetici!).

Nel ‘900, a Londra, ecco comparire i primi banchi di cosmetici. È questo il momento in cui il make up diventa accessibile a tutti.

La cipria diventa il fissante per trucco ufficiale, grazie ai primi truccatori di Hollywood.

E non dimentichiamo Charlie Chaplin: con i suoi occhi scuri , le sopracciglia nere e il viso bianchissimo diede grande merito e risalto alla mimica facciale!!

Successivamente, per esigenze cinematografiche, Max Factor inventa il cerone in crema, ma dal momento che la base viso è troppo lucida e rende male in camera, ecco la necessità di specializzarsi in ciprie opacizzanti.

E veniamo ai giorni nostri. Ad oggi esistono svariati tipi di cipria. Le funzioni principali sono fissare il make up e opacizzare il viso dove serve. Si può trovare in consistenze e colori differenti. Ve li elenco, in modo che risulti più facile la scelta. Dovete solo capire di che prodotto avete bisogno.

CIPRIA IN POLVERE LIBERA: è la più diffusa e, in genere è bianca.

CIPRIA IN POLVERE COMPATTA: è pratica da tenere in borsetta, basta fare attenzione che il colore e la grana si sposino bene con il fondotinta, per evitare “l’effetto maschera”.

CIPRIA COLORATA: si può trovare lilla, gialla o verde e si tratta di un prodotto illuminante e correttivo, il giallo per esempio è ottimo per coprire le occhiaie.

Esiste anche una nuova generazione di cipria in gel che aiuta a minimizzare i pori, ma io mi voglio soffermare sulla cipria classica in polvere.

Se avete una pelle secca, preferite una cipria illuminante che contenga “mica”. Se avete una pelle grassa, preferite una cipria seboassorbente a base di “caolino” o “silica”.

La potete applicare sul viso con un pennello, o con una spugnetta umida per potenziare l’effetto seboequilibrante (se non ricordate bene questo passaggio , andate a rileggere l’articolo sulle Beauty blender!). Va spolverata sulla zona T e sulle zone del viso che tendono a traspirare maggiormente.

Ma c’è di più … avete mai sentito parlare di baking? Lo so, lo so, to bake significa ‘cuocere al forno’ e non vi sto certo invitando a mettere la testa nel forno! Il baking è una tecnica di fissaggio del make up molto curiosa, invoglia a provare. Vi dico subito che è una genialata, ma non è adatta a tutti i tipi di pelle. Si tratta di stratificare diversi prodotti cremosi, come fondotinta correttore o illuminanti, e mettere una generosa dose di cipria tra uno strato e l’altro, da lasciar agire dai 3 ai 10 minuti, per far letteralmente cucinare il prodotto, il quale si fisserà davvero molto bene. Va poi spolverato via l’eccesso che non si è assorbito. Questa tecnica nasce negli ambienti delle drag queen e risulta davvero molto pesante dal vivo. È perfetta per un trucco fotografico e rende bene su di una pelle giovane, non ancora segnata da rughe di espressione. Se volete togliervi la curiosità e provare a realizzare il baking per coprire bene le occhiaie e i segni del tempo per scattarvi dei selfies memorabili, ricordatevi di idratare bene la zona da ‘cuocere’!

Io personalmente uso la cipria nella zona degli occhi: sulle palpebre la uso per evitare che la matita occhi si stampi sulla palpebra mobile, sotto l’occhio la metto per bloccare il fall out degli ombretti che sfumo, in modo da poterli spazzare via facilmente a trucco ultimato.

Per oggi è tutto, vi do appuntamento al prossimo mercoledì 😘

Manuela Rebecca

La CIPRIA – cos’è e come si usa

Eleganze Fotografiche “Il Colore tra fotografia e moda”

Buona sera care lettrici e cari lettori,eccoci di nuovo al nostro consueto appuntamento con la fashionphotografy.

In queste due settimane passate tra Milano e la mia Umbria ho scattato foto per delle campagne beauty, ho studiato le foto e gli outfit che vedrete tra poco.

Cosa mi ha ispirato??? In primis un editoriale a cui avevo lavorato ed in secondo Pinterest.

Cercando ispirazioni ho notato che come sempre domina il colore nero tra gli outfit proposti da star ed influencer quindi mi sono detto… basta nero usiamo un po’ di colore!

In fotografia il colore in base alla luce all’ottica usata e alla post-produzione può cambiare tutta la foto, mentre nella moda il colore rappresenta uno stile oppure uno stato d’animo.

Come fotografo, per soddisfare i clienti devo assolutamente assicurare la perfezione del colore riprodotto attraverso la fotografia e questo mi è permesso con l’utilizzo di più strumenti, in modo da avere tanta accuratezza.

I miei strumenti del mestiere oltre a macchina fotografica ed obiettivo sono il “Color Checker” ed uno schermo opportunamente tarato.

Il servizio di questo articolo è stato fatto in studio con un fondo nero!

Si possono utilizzare fondi bianchi o neri per lo più…a seconda dell’effetto desiderato.

I look immortalati sono un tuffo negli anni 80, un mix shakerato di colori e moda negli anni della prima Madonna, con qualche particolare rivisto!

Ora senza dilungarmi troppo vi lascio alle foto con la modella Martina Zoi aspetto i vostri commenti un abbraccio

Carlo.

Gilda Glam

Questa settimana, sono stata ispirata da una Tendenza che si presenterà nella prossima stagione autunno inverno nell’ambito abbigliamento bambina.

Si tratta di un ” semplice” accessorio che renderà davvero particolari ed insoliti i look di bimbe e mamme , un dettaglio che farà davvero la differenza : le spille!

Non potevo non trovare chi le confeziona sapientemente e rigorosamente a mano… cosi ho incontrato personalmente Giada chiaccherando  comodamente davanti ad un caffè caldo, mi ha raccontato di @gildaglam.

E’ nata cosi… sono le parole di quasi tutte le creative conosciute fino ad ora, ed ogni volta mi stupisco del grande coraggio che mettono nel realizzare i loro progetti!

Una vena creativa presa dalla sua dolce mamma … Ha iniziato a provare ad assemblare , fiocchi, perline, pietre e  ne sono nate delle bellissime spille a fiocco!

Sono piaciute ad amiche, poi a sorelle, cugine e cosi via…hanno iniziato a contattarla negozi , facendo richieste personalizzate.

La cosa bella è che queste spille si adattano a quasi tutti i look; da una t-shirt basic, ad un cappello,ad una giacca fino ad un paio di scarpe.

A Giada piace pensare che ognuno può creare uno stile in base ai propri gusti..insomma non c’è limite di fantasia e creatività.

Quindi, se avete voglia di un tocco di eleganza raffinata da sfoggiare per Voi e le vostre principesse…avete trovato la Fatina dagli occhi blu.

Alla prossima settimana 

Tata

Pitti Immagine Bimbo

Buon Sabato Personalshoppine!

La Settimana scorsa vi avevo anticipato la notizia del “Pitti Bimbo”, in questa, il Salone internazionale della Moda Bambino ha aperto le porte alla sua 88^ edizione!

Quest’anno si festeggia un compleanno davvero speciale, quello della bambola più famosa del Mondo: Barbie!

Barbie compie la bellezza di 60 anni, portati divinamente (9 Marzo 1959) e per l’occasione è in corso una mostra celebrativa e una Capsule Collection firmata Patrizia Pepe.

Il tema guida della kermesse, dedicata alle Collezioni Bambino Autunno /Inverno 2019-2020 è ” The Pitti Box” ovvero delle Surprise Box, contenitori di idee e novità da aprire di stagione in stagione per raccontare le vibrazioni più nuove della Moda e del Lifestyle.

Sono presenti 564 Collezioni, di cui 354 provenienti dall’estero, Numeri Interessanti che girano intorno alla moda bambino!

Una delle novità assolute di questa edizione, ancora in corso (finisce oggi), sono le Capsule Collection di Hello Kitty, anche lei neo-festeggiata (45 anni), la quale nel corso degli anni è diventata un’icona globale in grado di toccare il cuore di donne e bambine di tutte le età.

Interessante viaggio Fashion dei brand Spagnoli come: Agatha Riuz De La Prada, Amaya, Boboli, Mayoral, Tuc Tuc, solo per citarne alcuni …filo conduttore: il viaggio!

Collezioni colorate, allegre che hanno inizio da una grande città, in una scena urbana e cosmopolita… un esplosione di talento, creatività e allegria!

Grandi idee, progetti e buoni propositi dedicati all’ambiente e al rispetto del Pianeta nella sezione dedicata alla EcoEthic: tra questi… Filobio, un brand ecosostenibile, che  ha allestito un albero come luogo simbolico per lasciare messaggi green !

Per la felicità dei suoi numerosi piccoli Fans J-AX, il famoso rapper Italiano, ha trasposto su felpe, t-shirt, pantaloni, bermuda la sua passione per la musica, trovando una collaborazione con Vingino, brand Olandese… una fusione di  sonorità rap, stile hip pop con grafiche provenienti dal mondo del tattoo . 

Insomma… potrei continuare ad oltranza perchè le novità sono molte e tutte geniali!

Vi lascio con tante immagini di riferimento: dalle sfilate ai look, fino alle tendenze per le quali dovremo pazientare, ahinoi, fino alla prossima stagione invernale.

Tata 

NUOVO MANIA FIOCCHI